Centro Yoga Le Vie

Sanghita – yoga – Il bagno sonoro

venerdì 17 gennaio 2020 ore 21

Giovanni del Casale, campane tibetane

ARMONIZZAZIONE SONORA CON LE CAMPANE TIBETANE

In tutte le principali cosmogonie antiche il suono-vibrazione (chiamato di volta in volta “Om”, il “Verbo”, “Logos”, ecc.) viene ritenuto causa ed essenza ultima dell’universo. Pitagora riteneva che il suono creatore fosse un archetipo della forma, ossia l’informazione sottile che orienta e organizza la materia secondo principi di geometria sacra, come possono essere considerate quelli legati, tra gli altri, ai mandala e degli yantra.
Il bagno sonoro rappresenta un’immersione profonda nella dimensione del suono, un’esperienza che ci riporta in modo molto naturale verso la nostra essenza vibratoria.
I suoni delle campane tibetane, delicati ma potenti, agiscono infatti sia sul livello fisico (struttura ossea, muscoli, fluidi) che su quello più sottile, legato alle emozioni e all’energia vitale, sciogliendo le tensioni e riportando pace, armonia ed equilibrio all’interno del nostro sistema psicofisico.
Le loro oscillazioni sono in grado di sintonizzare le onde cerebrali emesse dal cervello fino al livello alfa (dagli 8 ai 13,9 Hz), tipico della veglia ad occhi chiusi e degli stati meditativi.

Costo: € 15
E’ gradita la prenotazione. Info in segreteria.

Giovanni del Casale

Operatore olistico ai sensi della L.4/2013
Iscritto SIAF. Ha studiato con Riccardo Misto, Mauro Pedone, Albert Rabenstein e Patrick Torre. Conduce corsi e incontri sul potere evolutivo del suono in vari centri italiani tra cui l’Istituto Lama Tzong Khapa di Pomaia, il Centro Tara Cittamani di Padova, il Centro Studi Cenresig di Bologna, Centro Yoga Le Vie (Bologna). È docente di Nāda Yoga presso l’Accademia Olistica “Albero della Vita” di Bologna e di “Campane Tibetane” presso la Scuola di Naturopatia per Operatore del Benessere del “Centro Natura”, Bologna.
È direttore del Centro Studi Suono Infinito (Bologna)
www.suonoinfinito.it

SANGHITA YOGA

INCONTRI – CONCERTI – PERFORMANCE – PRATICHE MEDITATIVE CHE VEDONO COME FILO CONDUTTORE L’ARTE E IL SUONO, SIA NELL’ASPETTO CULTURALE CHE COME MEZZO PER IL BENESSERE INTEGRALE DELL’INDIVIDUO.

Sanghita – è il suono inteso come vibrazione espressa in tre forme: la musica, il canto, la danza. Il pensiero filosofico dell’india, come le nostre culture più antiche, vede in ogni forma di espressione artistica un mezzo di fusione con il Principio Universale. In riferimento al Sangita – Ratnakara di Sharngadeva (1210-1247) è uno dei più importanti testi musicologici dell’India in cui viene trattato con accurate spiegazioni lo sviluppo dell’essere umano sin dallo stato embrionale. L’autore originario da una famiglia di medici in Ayurveda con profonde conoscenze radicate nel Tantrismo del Kashmir ,passa dalla descrizione del corpo fisico per arrivare a quella del corpo “astrale”,incluse le ruote di energia (chakra) e i loro sottili collegamenti (nadi). Sharangadeva descrive le tecniche e gli effetti benefici del suono e della meditazione .

Le serate saranno condotte da musicisti /artisti ,terapisti del suono, operatori olistici, insegnanti di Nada e Mantra Yoga (lo yoga del suono).

Richiedi informazioni

Richiedi informazioni

Post navigation

Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per fornire alcuni servizi. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi